In punta di piedi, improvvisamente, senza preavvisi, senza dar nell'occhio, se ne andava un mese fa, il 22 febbraio 2014, padre Lino Carlin, dei Padri Cavanis. 

Se n'è andato nel suo stile, coerente fino in fondo, senza disturbare nessuno, senza fare clamore, col suo fare rigoroso, puntuale, preciso, rispettoso e gioviale. Forse per questo la sua morte oggi appare ancora più grave, la sua scomparsa ancora più dolorosa. In particolare, i sei convittori del Cavanis di Possagno, che condividevano le giornate con padre Lino sono i più colpiti e ancora confusi: Andrea, Riccardo, Alberto Ioannis, Giovanni M. e Giovanni F.