Il Manifesto di Ventotene, scritto nel 1941 da Altiero Spinelli con Ernesto Rossi, è uno dei documenti più significativi del federalismo europeo.

 Nel 1943, Spinelli ha fondato a Milano il Movimento Federalista Europeo. Nel Dopoguerra la sua autorevolezza l’ha portato a collaborare con grandi leader italiani ed europei, come Alcide De Gasperi, Pietro Nenni, Enrico Berlinguer, Jean Monnet, François Mitterrand. È stato prima commissario europeo e poi parlamentare europeo. In tale veste ha assunto la leadership del Parlamento europeo, eletto per la prima volta dai cittadini nel 1979, ed ha ottenuto l’approvazione a stragrande maggioranza del “Progetto di Trattato che istituisce l’Unione europea”, non a caso noto come Progetto Spinelli. È scomparso a Roma il 23 maggio del 1986. A riconoscimento del ruolo da lui avuto nel processo di unificazione europea la sede del Parlamento europeo di Bruxelles porta oggi il suo nome ed il gruppo di parlamentari di vari partiti e nazionalità che si batte per la trasformazione dell’Unione in una federazione si è autodefinito Gruppo Spinelli.  Per noi del Cavanis di Possagno, Altiero Spinelli e il suo Federalismo europeo è diventato negli anni un messaggio su cui abbiamo riflettuto e discusso.