Come esprimere la fede oggi?   E’ una domanda alla quale pensiamo dovere ricorrere al linguaggio religioso… invece  dott. Marco Zabotti,  direttore 

scientifico e vice presidente dell’Istituto Diocesano  “Beato Toniolo”, agli alunni del triennio del Cavanis di Possagno, incontrati a fine febbraio nell'ambito del programma di Religione Cattolica, ha  illustrato   la vita di sposo e di padre di famiglia, l’impegno nella ricerca scientifica e nell'azione sociale di Giuseppe Toniolo (1845-1918).  Con entusiasmo, il conferenziere ci ha resi partecipi della speranza e della fede del  grande intellettuale cattolico, sociologo ed economista, professore universitario e uomo di azione che fu Giuseppe Toniolo,  nato e vissuto nella terra trevigiana, riconosciuto beato dalla Chiesa Cattolica.  Giuseppe Toniolo ha insegnato economia politica all'università di Pisa, collaborato alla redazione dell’enciclica Rerum novarum, redatto il primo statuto della cooperativa Latte di Soligo; nel 1918, alla fine della sua vita, progetta la creazione di un’organizzazione internazionale per il dialogo tra gli Stati e il ripudio della guerra.  Oggi, possiamo associare l’esempio di Giuseppe Toniolo all'audacia di  Greta Thunberg nell’impegno di un mondo migliore rispettoso della natura? Greta, ragazzina svedese di soli 16 anni in poco tempo è diventata l’ispiratrice di  #FridaysForFuture. ll mondo si è accorto di lei quando a Davos, ha parlato davanti ai big della Terra: «State distruggendo il mio futuro non voglio che speriate, vi voglio vedere nel panico». E poi agli inizi di dicembre 2018 all'occasione del suo intervento al vertice delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Cop24) in Polonia: «Non siete abbastanza maturi per dire le cose come stanno e lasciate anche questo peso a noi ragazzini».