Le nostre quinte superiori in visita agli scavi di Pompei, con i suoi marmi policromi, i suoi thermopolia e le tabernae, le strade lastricate e i calchi della povera gente travolta 

da questa massa ardente di ceneri, acqua e vapori, fermati in una curiosa ma inquietante e istantanea di un ottobre del I secolo.  I nostri giovani hanno anche visitato la Napoli sotterranea, fatta di strette condotte, cisterne e pozzi, sistemi di distribuzione dell'acqua nel buio sottosuolo tufaceo della città...  E dal sottosuolo fino al punto più alto, con la funicolare fino al castello Sant'Elmo, dove si gode la più spettacolare veduta di Napoli e del golfo.