La nostra scuola Cavanis, da sempre considerato un’eccellenza dell’istruzione e della formazione, è stata fondata nel 1857 da Giovanni Battista Sartori, 

col nome di Collegio Canova, in memoria del famoso scultore. Fu Sartori che chiamò da Venezia a Possagno i padri della congregazione religiosa Cavanis con l’obiettivo di garantire istruzione gratuita ai bambini e giovani della comunità locale povera e analfabeta. All’insegnamento furono inizialmente chiamati i religiosi e pochi laici cosicché la retta della scuola non dovesse pesare sulle famiglie, ma negli anni (e fino ad oggi) la scuola è completamente affidata ai docenti laici che, con lo stesso carisma e filosofia dei padri, vogliono "educare la mente e il cuore". Il Cavanis di oggi è ancora questo, una realtà forte della propria mission, capace di individuare le fragilità nel territorio e da qui, volare verso l’eccellenza. L'offerta formativa ed educativa che questo istituto offre ai propri ragazzi, quest’anno circa 400, è davvero vasta. Oltre ai corsi scolastici di base (Scuola Primaria, Scuola Media dei “talenti” e scuola Secondaria articolata in  Liceo Classico, Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico, Liceo Scientifico e Scientifico delle Scienze Applicate; Istituto Tecnico Economico e Tecnico Tecnologico), docenti e dirigenza sono impegnati a garantire anche un’offerta formativa integrativa che passa per una serie di attività che hanno un obiettivo fondamentale: fornire agli allievi tutti gli strumenti utili a diventare protagonisti della propria vita, dimostrando prima di tutto a se stessi quello che sanno fare. Lo studente Cavanis deve essere capace di comprendere ma anche di dare. Per questo ci stiamo impegnando perché vorremmo che i nostri ragazzi uscissero da questa scuola con un curriculum vitae costruito sulla base delle proprie reali competenze e passioni, non allo sbaraglio senza idee e progetti. E la scuola, in questo, potrebbe fare da garante per quello che il curriculum racconta. La nostra scuola, inoltre, continua ad essere, da più di trent'anni, officina, laboratorio di idee e progetti. Abbiamo introdotto già negli anni ‘80 come prassi la formazione degli studenti in azienda. Noi crediamo nell’azienda che entra nella scuola, crediamo che abbia la stessa importanza formativa che dà la scuola. Da questo Istituto sono usciti manager come Mario Moretti Polegato, Alessandro Vardanega, Roberto Vedovotto, Pierpaolo Brombal... Ma anche la cantante Francesca Michielin. 

Uno dei nostri vanti è far uscire da Possagno tutti gli studenti almeno con la Patente del Computer e con un livello certificato per una lingua straniera.