Anche quest'anno, alcuni rappresentanti di studenti, professori e ex allievi Cavanis vogliono ritrovarsi insieme a tante realtà che operano intorno al mondo dei rifugiati, 

istituzioni e cittadini, per mettere al centro coloro che continuano a morire nei viaggi della speranza. Lo faremo il prossimo martedì 10 Luglio 2018 alle ore 20.45 presso la Chiesa di San Martino Urbano di Treviso e sarà presieduta dal Vicario Generale della diocesi, mons. Adriano Cevolotto (si allega la locandina).  Purtroppo non passa settimana dove non si assiste a nuove tragedie ed i numeri continuano ad essere agghiaccianti: dal fatidico 3 Ottobre 2013 quando davanti alle coste di Lampedusa morirono in una sola notte 366 bambini, donne e uomini sono ad oggi ben oltre 17.000 le persone disperse di cui si ha notizia, ma sappiamo che questo è un dato di gran lunga sottostimato se si considerano i tanti che hanno perso la vita nei deserti, nelle prigioni e in mare senza aver lasciato traccia.  Parteciperanno alla veglia rifugiati e profughi. Durante la preghiera saranno letti i nomi e le storie di quanti sono morti nel tentativo di raggiungere il nostro continente, molti di questi nomi saranno indicati dagli stesi rifugiati presenti sul territorio di Treviso. Una memoria che deve farsi impegno affinché cresca una cultura di accoglienza e cessino le tragedie ai confini dell’Europa...