La gita dei nostri liceali nel cuore della Mitteleuropa, a Vienna, ha fatto scoprire molte delle bellezze di quella grande e straordinaria capitale dell'Impero asburgico. Quando sono stati in visita al Museo di Storia dell'Arte, i nostri ragazzi sono stati affascinati da un grandioso gruppo marmoreo di Teseo che uccide il Centauro. 

Ma poi sono stati abbagliati da un'altra monumentale creazione dell'artista possagnese: nella chiesa degli Agostiniani, nel centro di Vienna, hanno sostato davanti al sepolcro che Alberto di Sassonia, nel 1806, ha donato alla sua defunta moglie Maria Cristina, imperatrice. Era lo stesso anno in cui Foscolo scriveva i Sepolcri e diceva che l'arte... "vince di mille secoli il silenzio".