Era a Verona, sabato 25 novembre 2017 anche una delegazione dell'Istituto Cavanis di Possagno per partecipare all'incontro con la ministra Fedeli,

 organizzato dalla Fidae nazionale. in occasione del settimo Festival della Dottrina sociale della Chiesa. “Sono qui perché anche la scuola paritaria è scuola pubblica. Sono qui per dialogare e per costruire insieme qualità e funzione educativa per l'insieme della scuola pubblica”. Ha detto il ministro. “Penso – ha spiegato - che dobbiamo sempre di più operare per il bene comune che è l'istruzione, l'educazione, la qualità dell'istruzione per i nostri ragazzi”. “Sono qui – ha aggiunto - con i rappresentati sia dei genitori che degli studenti. Credo che questo significhi un rilancio molto serio di un patto di corresponsabilità educativa tra scuola - docenti e studenti - e famiglie, perché questo è un obiettivo comune. Quindi la parola fedeltà è fedeltà ai principi della Costituzione italiana”. Per il ministro Fedeli ”il sistema italiano senza le scuole paritarie sarebbe povero di qualità e di pluralismo. Nel tempo c'è stato un equivoco per cui in passato scuola paritaria significava scuola di serie B, cioè non qualitativa”.  “Io credo – ha continuato - si sia fatto un lavoro straordinario negli ultimi anni perché insieme abbiamo perseguito la qualità e abbiamo tolto, espulso, modificato, chiuso quelle esperienze che non erano adeguate agli standard per le nostre ragazze ed i nostri ragazzi”. “Perché il vero pluralismo nasce dalla convergenza di qualità nel sistema formativo e dalle differenti modalità delle offerte didattiche” ha concluso Fedeli.