E' raro che un commissario esterno della Maturità, ad operazioni concluse, scriva un messaggio ai ragazzi che sono appena usciti dagli Esami: è successo al Cavanis: il prof. 

Germano Bianco ha lasciato ai nostri ragazzi della Quinta Tecnologico questa lettera che volentieri pubblichiamo: "Cari studenti della 5 Tecnico Tecnologico, permettetemi di entrare in punta di piedi nella vostra vita.

[...] Innanzitutto questo è uno dei primi esami che avete sostenuto, ma ce ne saranno altri. La vita, se ci pensate bene, è un continuo esame ed è costellata di gioie e di dolori; importante è saperla affrontare con caparbietà, spirito di abnegazione, costanza e con sacrificio, parola che sembra scomparsa dal vocabolario giovanile.  Fondamentale è non arrendersi di fronte alle difficoltà ma, come afferma Ungaretti, riprendere il viaggio dopo il naufragio.  Vi esorto, come afferma Leopardi nel Sabato del villaggio, a godere la vostra esistenza, a "cogliere l'attimo" senza dar credito ai falsi idoli: non siate spettatori della vostra vita, ma vivetela da protagonisti costruendo il vostro futuro giorno per giorno.  Questo è il mio augurio...  Da commissario "esterno" al Cavanis mi sono trovato a mio agio, con voi e con i vostri insegnanti con i quali si è creato un clima di ottima collaborazione. Un plauso va proprio ai vostri docenti che in questi anni vi hanno seguito con costanza, dedizione e pazienza, che vi hanno fornito non solo delle competenze, ma sono stati per voi dei veri educatori... Tocca a voi adesso il compito di diventare veri uomini.  Prof. Bianco Germano"