Abbiamo provato ad avvicinare all'opera in modo tale che non ci si limiti a dire, prr convenienza, il classico 'non mi piace' ma si abbia consapevolezza di cosa significhi entrare in un teatro,respirare 

l'odore del passato e intuire l'opera...  Come primo avvicinamento abbiamo scelto un'opera contemporaneo, l'aumento, uno scritto di Dino buzzati, inizialmente nato come racconto e poi musicato da chailly,uno dei maggiori 

Compositori contemporanei che ha musicato ben 4 libretti di buzzati (sui 5 suoi totali).  L'aumento e estramamente contemporaneo nella trama, si tratta di un impiegato che è istigato dalla moglie per chiedere l'aumento,va dal direttore generale e questo anticipa la sua richiesta proponendogli addirittura il doppio di quanto prendesse; salvo poi comunicargli una prossima ristrutturazione aziendale e suggerendo che i primi tagli verteranno proprio su chi ha uno stipendio maggiore.  Gustavo,il protagonista, viene lasciato solo sulla scena avendo accettai un taglio di stipendio!  Commedia del surreale e che lascia lo spettatore totalmente spiazzato.  Caratteristica di questa opera in chiave moderna:  - uso della parola in tutte le sue sfaccettature (parlato,cantato,cantarellato, Abbozzato,sussurrato) un uso delLa modulatore della voce molto ampio; - scenografia assolutamente in contrasto: casa quasi claustrofobica di Gustavo, piena di arredo e ninnoli mentre l'ufficio è ipermpderno e spazioso.luogo in cui guastavo è chiaramente fuori luogo e il luogo stesso pare respingerlo,ad esempio, togliendogli le sedie; - costumi tutti in bianco e nero quasi a testimoniare la nullità e l'assoluta omologazione delle persone.   La suite Barabaudi di Rieti, che ha in comune la 'cattiveria' dell'uomo, specie il potente, verso l'uomo è anticipazione onirica di quel che si vedrà nell'opera.  Per concludere visita guidata alla fenice dove una guida ci ha illustrato la storia del maggiore teatro di Venezia e ce ne ha raccontato la vitalità e l'internazionalità.  I ragazzi sono rimasti spiazzati dall'opera, silenzio assoluto in sala e scroscio di applausi alla fine, mentre hanno capito il ruolo importante del teatro in una città come Venezia e hanno capito come l'opera,considerata come una noia, in realtà è vivissima.