Il progetto  "Invisibili", promosso dalla comunità di Sant'Egidio, è stato per molti dei ragazzi delle Superiori Cavanis forte e ecoinvolgente: si trattava di portare nel territorio della provincia 

di Treviso le voci degli Invisibili, di quelle persone cioè che vivono ai margini della società, per rifiuto, condizione sociale, povertà, disabilità..., e che si sono raccontate ad alcuni scrittori locali per poi finire in un libro.  E questo libro presentato alle persone più sensibili, migliaia per ora.  Ecco i ragazzi che si sono messi in gioco: dello Scientifico: Giovanni Cosma, Giovanni Pezzin, Elia Zamperoni; del Linguistico: Emily Zavarise, Matteo Carlesso, Maria Pia Cortesia, Beatrice Bettiol, Margherita Bisinella; del Classico: Francesca Bagliolid, Eleonora Pettenuzzo; della Ragioneria: Sara Pizzaia, Maria Ballestrin e Giovanni Nichele. Questi nostri studenti hanno animato in giro per la provincia, le serate del 30 novembre 2016,  6 dicembre,  14 dicembre, 19 dicembre, 20 dicembre.  Durante questi incontri i ragazzi hanno letto i racconti della raccolta "Invisibili" e ne hanno sceltio tre da presentare. Su questi hanno costruito un PowerPoint, con brani e immagini immagini per corredare lo scritto. Hanno poi organizzato e svolto l'intervista a una delle autrici del libro, Francesca Gagno, il 21 dicembre 2016, al Cavanis, per tutte le classi, il mattino (Emily Zavarise presentava l'incontro, all'inizio; leggevano i racconti Giovanni Pezzin,  Giovanni Nichele, Giovanni Cosma, Matteo Carlesso, Maria Pia Cortesia, Francesca Bagliolid; animazione e domande finali: Margherita Bisinella, Eleonora Pettenuzzo, Beatrice Bettiol). Hanno seguito il banchetto di vendita libri: Elia Zamperoni e Sara Pizzaia. Infine, ma non ultimo, hanno partecipato all'incontro di riepilogo del progetto del 18 gennaio 2017: Elia Zamperoni, Giovanni Cosma, Giovanni Pezzin e Francesca Bagliolid. E, il 20 gennaio 2017, gli stessi ragazzi hanno curato l'incontro con Fulvio Ervas presso la libreria Massaro di Castelfranco.