Un mattino feriale, come tanti altri, un gruppetto di prima primaria, una chitarra, una maestra, un padre, una breve preghiera, una spontanea risata, un piccolo programma

 per la nuova giornata.... Cose semplici, quotidiane, ma anche uniche, creative, buone.  Questo, e non solo questo, è il Cavanis di Possagno.